Strict Standards: Non-static method FileMaker::isError() should not be called statically in /web/htdocs/www.informafisac.it/home/cercafisac/articolo.php on line 13

Strict Standards: Non-static method FileMaker::isError() should not be called statically in /web/htdocs/www.informafisac.it/home/cercafisac/FMStudio_v2/FMStudio_Tools.php on line 196

Strict Standards: Non-static method FileMaker::isError() should not be called statically in /web/htdocs/www.informafisac.it/home/cercafisac/FMStudio_v2/FMStudio_Tools.php on line 555
Art. 63




Art. 63

Il trasferimento della sede di lavoro per iniziativa dell’impresa, che determini il cambiamento di residenza del lavoratore/trice, dà luogo al pagamento di quanto segue:
a) il rimborso delle spese di viaggio in prima classe, seguendo la via più breve, per il dipendente ed i familiari conviventi, ivi incluso il convivente more uxorio;
b) ilrimborsodellespesesostenuteperiltrasportodelmobilioedelbagaglioeperlarelativa assicurazione;
c) il rimborso dell’eventuale perdita di pigione, per un periodo massimo di 6 mesi;
d) il rimborso, per un periodo non superiore ad un anno, della maggior spesa effettivamente sostenuta nella località di destinazione per l’eventuale differenza di canone di locazione per un alloggio di tipo analogo a quello occupato nella sede di origine. Nel caso in cui quest’ultimo fosse di proprietà del lavoratore, l’eventuale maggior spesa nella sede di destinazione verrà calcolata con riferimento al canone di locazione
medio di mercato applicabile all’abitazione di provenienza;
e) una indennità “una tantum”, a copertura di tutte le altre spese, pari a due mensilità di
stipendio, elevata a tre per chi abbia familiari conviventi, ivi incluso il convivente more uxorio.
In caso di acquisto di una nuova abitazione, verrà riconosciuta priorità al dipendente trasferito che ne faccia richiesta nell’ottenimento dei prestiti e/o delle agevolazioni eventualmente previste dal CIA in tema di mutui agevolati per l’acquisto della prima casa, anche qualora sia già stata raggiunta la capienza massima ivi prevista. Qualora non vi siano previsioni contrattuali al riguardo, l’impresa si attiverà presso un istituto bancario di sua fiducia, per far ottenere al dipendente la concessione di un mutuo a tasso agevolato.
Nel caso di morte del dipendente che si verifichi entro cinque anni dal trasferimento, l’impresa rimborserà le eventuali spese di rientro della famiglia alla sede originaria.
L’impresa non è tenuta ad alcun pagamento nel caso in cui il trasferimento avvenga a seguito di accoglimento di domanda del lavoratore/trice.
Per quanto riguarda il personale addetto all’organizzazione produttiva ed alla produzione, la retribuzione cui riferirsi per la determinazione dell’indennità di cui al punto e) è costituita dalla retribuzione di cui alla lettera a) dell’art. 145, nonché dalla quota retributiva di cui alla lett. b) del citato art. 145, dei compensi provvigionali pagati nell’anno solare precedente, rapportando ad anno l’eventuale minor periodo di servizio prestato.
Agli effetti del presente articolo la convivenza more uxorio va comprovata da documentazione ufficiale.


Strict Standards: Non-static method FileMaker::isError() should not be called statically in /web/htdocs/www.informafisac.it/home/cercafisac/FMStudio_v2/FMStudio_Tools.php on line 564
CCNL ANIA per i dipendenti imprese di assicurazione non dirigenti

Articolo precedente in questo testo: Trasferimenti
Articolo corrente: Art. 63
Articolo successivo in questo testo: Corsi professionali e di riqualificazione

made with   Pingendo logo